DONATELLA FINOCCHIARO

Presidente di giuria - Concorso Cortometraggi
Biografia

Suo padre vuole per lei un futuro da avvocato, ma Donatella sogna di diventare un’attrice. Dopo aver trovato impiego in uno studio legale, infatti, lascia il lavoro per dedicarsi anima e cuore al palcoscenico. Il debutto teatrale avviene nel 1996 con La principessa Maleine di Maeterlinck, mentre quello cinematografico, nel 2002, la vede protagonista del film di Roberta Torre, Angela, per il quale riceve la candidatura al David di Donatello come miglior attrice protagonista. Dopo la partecipazione, nel 2008, alla fiction tv Aldo Moro – Il presidente, riceve una nomination al Nastro d’Argento e una al David di Donatello come migliore attrice in Galantuomini di Edoardo Winspeare. Continua ad alti livelli in Baarìa (2009) di Tornatore, e nel 2011 con I baci mai dati di Torre, Sorelle Mai di Bellocchio, Manuale d’amore 3 di Veronesi e Terraferma, di Crialese. Negli anni successivi partecipa a film d’autore come Sul vulcano (2014) di Pannone e L’accabadora (2015) di Pau, poi ad Assolo (2015) di Laura Morante e Tutto quello che vuoi (2017) di Francesco Bruni. L’ultimo suo lavoro la vede nel cast de Gli sdraiati (2017), diretto da Francesca Archibugi.