Valentina Lodovini

Valentina Lodovini, umbra di nascita e toscana d’adozione, è un’attrice che sfugge alle etichette e fin dagli esordi cerca di coniugare cinema, teatro e televisione.

Nel 2004 si diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e nel 2006 debutta al cinema con Paolo Sorrentino nel film “L’amico di famiglia” (in concorso al Festival di Cannes 2006). Sempre nello stesso anno partecipa al film di Francesca Comenicini “A casa nostra” (in concorso alla Festa del Cinema di Roma 2006). Nel 2007 è la protagonista del film “La giusta distanza” per la regia di Carlo Mazzacurati (in concorso alla Festa del cinema di Roma 2007). Per la sua interpretazione nel ruolo di Mara, ottiene l’anno seguente una candidatura ai David di Donatello 2008 e si aggiudica il Premio Biraghi 2008. Nello stesso anno è la protagonista in Germania del film “Pornorama” di Marc Routhemund (Orso d’argento con Sophie Scholl nel 2005 e candidato all’Oscar come miglior film straniero 2005). Nel 2008 partecipa al film di Daniele Vicari “Il passato è una terra straniera” (in concorso alla Festa del Cinema di Roma 2008) e al film di Anna Negri “Riprendimi” (selezionato al Sundance 2008); mentre nel 2009 appare sul grande schermo con “Fortapàsc”, regia di Marco Risi, film su Giancarlo Siani, giornalista de Il Mattino ucciso nel 1985 dalla camorra, e con “Generazione 1000 euro”, regia di Massimo Venier. Grazie a queste due interpretazioni, vince il Ciak d’oro come “rivelazione dell’anno”. Il 2010 è l’anno che consacra al botteghino Valentina Lodovini. È la protagonista de “La donna della mia vita” di Luca Lucini e della commedia campione d’incassi in Italia “Benvenuti al Sud” di Luca Miniero. Nel 2011 vince il David di Donatello come migliore attrice non protagonista per l’interpretazione in “Benvenuti al Sud” e presenta al Festival di Venezia il film “Cose dell’altro mondo” di Francesco Patierno (Controcampo Venezia 2011). Nel 2012 partecipa al sequel “Benvenuti al Nord” sempre per la regia di Luca Miniero e all’opera prima di Fabio Mollo, “Il sud è niente”. Nel 2013 è al cinema la protagonista del film di Marco Ponti “Passione sinistra” e sui set in Italia de “I milionari” di Alessandro Piva e in Argentina de “L’inventore dei giochi” di J. P. Buscardini. Il 2014, la vede al Festival del cinema di Roma, protagonista di tre pellicole: “I milionari” di Alessandro Piva, “Tre Tocchi” di Marco Risi e “Buoni a nulla” di Giovanni Di Gregorio, l’amato attore e regista di Pranzo di Ferragosto. Lo stesso anno Valentina torna a teatro con lo spettacolo di Marco Travaglio “È stato la Mafia”, in cui legge i brani di Calamandrei, Pasolini, Gaber e Pertini. Nel 2015 torna al cinema, con commedia di Giovanni Veronesi “Una donna per amico” ed esce con La Repubblica il progetto docu film “Linea Gialla”, ideato dai giornalisti Emilio Marrese e Aldo Balzanelli. Il film ispirato alla tragica vicenda di Angela Fresu, la più giovane delle 85 vittime della strage di Bologna del 2 agosto 1980. Sempre nel 2015 gira il nuovo film di Roberto Faenza “La verità sta in cielo”, che racconta il caso Orlandi. L’uscita del film è prevista in autunno.